Anno 2011 Maria Luisa Banci Zacchello

LA NUOVA VENEZIA

Maria Luisa Banci Zacchello «Veneziana dell’anno»

VENEZIA Va a Maria Luisa Banci Zacchello, presidente onorario dell’Avapo, il «Veneziano dell’anno 2011», prestigioso riconoscimento attribuito dall’associazione Settemari, giunto alla trentesima…
Invia per email
Stampa
17 dicembre 2011

VENEZIA
Va a Maria Luisa Banci Zacchello, presidente onorario dell’Avapo, il «Veneziano dell’anno 2011», prestigioso riconoscimento attribuito dall’associazione Settemari, giunto alla trentesima edizione. La motivazione del riconoscimento recita: «Per aver animato sin dalle origini con encomiabile impegno l’Associazione Volontari Assistenza Pazienti oncologici di Venezia che dal 1988 garantisce, sia nei luoghi di cura sia a domicilio, aiuti concreti e quotidiano conforto ai malati e alle loro famiglie, grazie all’operosa presenza di oltre un centinaio di volontari, sostenendo al contempo la ricerca clinica e la formazione di specialisti nell’assistenza e nella riabilitazione». «Questo premio non spetta a me, ma a tutti i cento volontari dell’Avapo Venezia», si schernisce Maria Luisa Banci Zacchello, «nono loro a meritarlo, non io: perciò ritirerò questo importante riconoscimento, che mi onora, a nome di tutti gli associati».
La cerimonia di consegna dell’attestato si svolgerà domenica 15 gennaio, come sempre nelle Sale Apollinee del Teatro La Fenice, quando la signora Banci Zacchello riceverà il testimoone da Paolo Baratta, Veneziano dell’anno 2010. I primi ad essere premiati, nel 1978, furono i fratelli Giorgio e Maurizio Crovato. Da allora solo cinque
donne prima della presidente dell’Avapo: l’ex direttrice dell’Archivio di Stato Maria Francesca Tiepolo, Mara Venier, Barbara di Valmarana presidente dell’associazione Amici della Fenice, la fondatrice del Teatro l’Avogaria Carla Poli, Lady Frances Clarke anima del Venice in Peril Fund.

I commenti sono chiusi.